Accedi al sito
Serve aiuto?

Eventi

Picasso e le sue passioni in mostra a Trapani

"Picasso e le sue passioni" in mostra a Trapani

 Museo Pepoli 91100 Trapani
 10/10/2015 - 08/12/2015

 Dal 10 ottobre all’8 dicembre 2015 a Trapani si terrà la mostra Picasso e le sue passioni. La mostra, prodotta e organizzata da Comediarting in collaborazione con Luglio Musicale Trapanese, con il patrocinio dal Comune di Trapani, Assessorato alla cultura del Comune di Trapani, dell’Assessorato regionale dei Beni Culturali e Identità Siciliana e del Museo Regionale Pepoli e a cura di Dolores Duran Urcan, sarà allestita presso il prestigioso Museo Regionale Pepoli .
Del grande artista in mostra più di 100 opere tra vasi, piatti, brocche, mattonelle dipinte, importanti opere su carta e due opere uniche, di cui un olio e una gouache. Si tratta di opere provenienti per la maggior parte da prestigiose raccolte private di tutto il mondo e dal museo di Mija Malaga, noto per la ceramica. 
Il percorso è inoltre arricchito da Picasso in the cube (politic passion), un'istallazione multimediale interattiva che racconta il rapporto dell'artista con la politica e i riflessi che questa ebbe sulla sua arte. 

La mostra, con un percorso completo di opere del grande artista, intende illustrare, nei suoi contenuti più autentici, i temi e le passioni che hanno dato vita alla creatività di Picasso e ne hanno influenzato la vicenda umana e quella artistica. Il teatro e il circo, la tauromachia, le donne e la politica sono state per tutta la sua carriera argomenti di ricerca portante nella sua complessa cifra stilistica. Unico artista del ‘900 che ha saputo trattare tutte le tecniche ascrivibili al mondo dell’arte, Picasso ha conquistato il titolo di Genio proprio perché non si è mai fermato davanti a nulla, mettendosi in gioco e sperimentando fino alla vecchiaia. 

Picasso riesce ad infondere anche nella grafica le atmosfere pittoriche dei suoi periodi.
L’attività incisoria dell’artista è stata sempre molto intensa, perché ne ha compreso subito la versatilità e la non ordinarietà delle soluzioni che si possono raggiungere.
In mostra alcune serie d’incisioni: La Suite des saltimbanques (1913) 14 incisioni acquaforte e puntasecca, Il Tricorno (1920) 33 incisioni bulino e collotype, I Venti Poemi di Gongora, (1958) 41 incisioni acquaforte e acquatinta allo zucchero, Carmen (1949) 40 opere incisioni a bulino, Tauromachia (1959) 27 opere acquatinta allo zucchero e puntasecca, Le Cocu Magnifique (1968) 12 tavole e un frontespizio acquaforte e acquatinta, La Célestine, (1971) 68 incisioni acquaforte e acquatinta. 

Nelle opere in ceramica si esprime tutta la forza della fantasia creatrice di Picasso in un momento particolarmente felice della sua esistenza, terminato l’incubo della seconda guerra mondiale. Si dedica a questo linguaggio espressivo che scopre particolarmente congeniale alla sua vena creativa, tanto da iniziare una sperimentazione che lo accompagna per il resto della vita e che si intreccia indissolubilmente con i suoi lavori su tela, le sue sculture e la sua grafica. Talvolta disegna forme originali di sua invenzione, ma di solito preferisce trasformare i piatti, le ciotole e le brocche della ceramica tradizionale utilizzando diversi metodi di scultura, assemblaggio, disegno e pittura. Per più di vent’anni, fino alla morte, Picasso non smetterà di sperimentare questo mezzo espressivo. 

Per quantità di opere e presenza di tutte le tecniche affrontate dal genio spagnolo, questa mostra si prefigge di essere un’occasione unica per la Sicilia e una tra le mostre più importanti mai realizzate su Picasso.

Di grande rilievo il patrocinio dell’Assessorato regionale ai Beni Culturali e Identità siciliana guidato con competenza dall’Assessore regionale Antonio Purpura che ha condiviso con il Comune di Trapani e il Direttore del Museo Regionale l’applicazione di un biglietto unico con cui poter vedere sia la mostra di Picasso che le prestigiose collezioni del Museo Pepoli. Non è una iniziativa isolata ma l’inizio di un percorso culturale che consentirà alla città di Trapani di inserire nei propri asset strategici progetti culturali di grande qualità che diano impulso all’economia del territorio. In occasione della mostra sarà aperto anche un bookshop temporaneo ed anche questa è una straordinaria novità voluta e maturata dall’Assessore Regionale Purpura e dall’infaticabile Direttore del Museo Arch. Luigi Biondo.

Il Sindaco di Trapani, Vito Damiano e l’Assessore alla cultura Caterina Bulgarella, hanno accolto con entusiasmo il progetto di Picasso e le sue passioni che ha già segnato nelle tappe di Catania, Taormina e Milazzo il ragguardevole traguardo di 53.000 visitatori. Una mostra diffusa sul territorio siciliano, prodotta e organizzata da Comediarting , società romana specializzata nel segmento culturale ed eventi.

La cultura , se organizzata, pianificata e valorizzata con le competenze necessarie incide in modo determinante sul P.I.L. di una città. Trapani che dispone di un patrimonio inestimabile ha già sviluppato meritevoli iniziative nel segmento culturale già interpretate in modo sapiente dall’Ente Luglio Trapanese Musicale.

Al progetto culturale parteciperanno con diverse competenze tecniche gli Amici del Museo Pepoli e Trapani eventi. Sarà effettuato uno sforzo particolare per offrire l’opportunità a tutte le scuole di Trapani e provincia, Palermo e Agrigento di poter visitare la mostra. Sarà messa a disposizione del pubblico una app che consentirà di poter fruire di un audio guida per apprezzare in modo completo la mostra di Picasso e le sue passioni. Gli Amici del Museo Pepoli offriranno anche i laboratori didattici per consentire di accedere ad un bouquet di servizi decisamente completo e competente. Un numero verde dedicato e gratuito sarà a disposizione del pubblico che desidera avere informazioni. Sulla pagina facebook Picasso e le sue passioni e il web site picassoelesuepassioni.it si potranno ottenere tutti i necessari approfondimenti.

La città sarà vestita in modo adeguato per respirare quell’atmosfera delle grandi capitali europee. Le sinuosità architettoniche di Trapani, così romantiche e ammalianti, accoglieranno diverse forme di comunicazione che cercheranno di contagiare la città, i suoi abitanti ed i turisti. Una forte campagna di comunicazione e marketing con diverse inziative anche di street marketing, flash mobe e soprattutto una intensa attività web. Tutti i principali media, televisivi, carta stampata, outdoor locali e regionali saranno comunque coinvolti nel progetto.